Nutrizione e Dietologia

Centro Medico Nutrizione Prevenzione


Mangiare deve rimanere un piacere. Anche per le persone che seguono una dieta.


Definiamo la dieta più idonea per ciascuna persona ispirandoci ai principi della Dieta Mediteranea, che è scientificamente dimostrato essere uno stile di vita, oltre che un modello alimentare, salutare, completo e bilanciato.


Diete


Perdere Peso


Perchè perdere peso?

  • Per star bene con sé stessi
  • Per entrare in quel vestito, per quel giorno!
  • Per diminuire il rischio cardiovascolare e l’insorgenza del diabete
  • Perché sovrappeso e obesità aumentano infertilità e rischio di sviluppare alcuni tumori
  • Perché una dieta equilibrata aiuta a superare la depressione

Spesso si mangia tanto ma non si assumono i macro-micro nutrienti indispensabili al nostro organismo: non è raro osservare casi di eccessivo introito alimentare ma scarsa qualità nutrizionale.

NUTRIZIONE PREVENZIONE si ispira ai principi della Dieta Mediterranea per educare le persone ad un corretto regime alimentare, rendendole autonome per il resto della loro vita.

Per questa ragione i nostri piani alimentari non prevedono, se non in casi necessari, l'uso di pasti sostitutivi nè di integratori alimentari.

Raggiungere il peso desiderato senza fatica è possibile: un passo alla volta, con risultati graduali, progressivi, definitivi.


L'intervento con specifici macchinari può accelerare il processo di dimagrimento, permettendo di raggiungere più velocemente il traguardo di peso o di forma fisica desiderata.

Informazioni sulla Criolipolisi Medica a -10°C al seguente link

Educazione Alimentare e Prevenzione


Alcuni dati statistici:

  • il 41% delle persone muore a causa delle complicanze delle malattie cerebrovascolari e cardiovascolari
  • il 44% della popolazione soffre di ipertensione
  • il 60% della popolazione è in sovrappeso
  • oltre il 60% delle persone soffre di dislipidemia
  • dal 34 al 41% di tutti i tipi di tumore è dovuta a cattive abitudini di vita
  • correggendo il solo stile di vita si potrebbe diminuire la mortalità per cancro del 50%
  • una stretta adesione alla Dieta Mediterranea porta ad una diminuzione dell'incidenza del tumore del 9%
  • il 20,9% dei bambini italiani è in sovrappeso mentre il 9,8% è la quota di bambini obesi (dati 2004)

Educare ad un corretto stile di vita alimentare significa aiutarle le persone a cambiare le proprie abitudini a tavola in modo graduale, progressivo e definitivo, senza stravolgimenti repentini.

I benefici fisici e psicologici sono immediati.

Mangiare bene è facile e tutti possiamo imparare a farlo!

Donna


Nutrizione della donna significa innanzitutto prendersi cura di sé.


Gravidanza e allattamento

Un buono stato nutrizionale della donna, prima e durante la gravidanza:

  • favorisce la salute materna
  • riduce il rischio di complicanze per la madre e per il feto
  • rende più semplice e naturale il momento del parto
  • aiuta il nascituro a crescere sano

Il rispetto di alcune regole di comportamento riguardo ai cibi e alla loro preparazione evita l'insorgenza di gravissime infezioni causate da pericolosi microrganismi, come toxoplasma, listeria, brucella.


Menopausa - Adipe localizzato e “cellulite”

Menopausa

Troppo spesso pensiamo alla menopausa come una fase nella vita di una donna caratterizzata da inevitabili disturbi, verso i quali si assume un atteggiamento di rassegnazione.

Ma perché non dovrei cercare di risolvere i miei problemi e vivere la qualità di vita che mi merito?

Vampate di calore, problemi circolatori, diminuzione del metabolismo basale, invecchiamento cutaneo, osteoporosi, aumento di peso: si possono contrastare anche con l’alimentazione!


Adipe localizzato e “cellulite”

I problemi di ritenzione idrica, “cellulite” e adiposità localizzata sono molto comuni nelle donne di tutte le età.

Per prevenirle e combatterle, NUTRIZIONE PREVENZIONE adotta le seguenti metodiche:

  • educa ad una corretta alimentazione, insegnado i da cibi evitare e quelli da preferire
  • propone linfodrenaggi professionali per mano dei propri fisioterapisti
  • dispone di un presidio medico di ultimissima generazione: la CRIOLIPOLISI MEDICA.

Attraverso la CIORLIPOLISI MEDICA a di ultima generazione il tessuto adiposo viene aspirato all'interno di manipoli e quindi raffreddato fino alla temperatura di - 10 gradi °C. Si ottiene così la morte per freddo delle cellule adipose, che vengono eliminate per sempre dall'organismo nelle successive tre-sei settimane.

Il trattamento è assolutamente indolore e definitivo.

Altre informazioni nella pagina dedicata alla Criolipolisi Medica a -10°C

Patologie


Un regime alimentare equilibrato aiuta l'organismo a mantenersi in salute, proteggendolo dall'insorgenza di molte patologie (azione preventiva).

La conseguenza è che una cattiva alimentazione potrebbe diventare, essa stessa, "causa scatenenate" (malattie cardiovascolari, diabetiche, ecc..).

In altri casi la dieta diventa protagonista nella terapia di guarigione o di contenimento dei sintomi (azione curativa).

Ulteriori informazioni ed approfondimenti nella pagina dediata all'argomento del sito della dott.ssa Valentina Ventura

Allergie ed Intolleranze Alimentari


Le persone che “ritengono” di soffrire di allergie, o intolleranze alimentari, spesso iniziano spontaneamente la “dieta del momento” oppure decidono arbitrariamente quali siano i cibi da eliminare.

Rinunciare ad alcuni alimenti, senza consultare un esperto, significa:

  • agire erroneamente (il lattosio, per esempio, non si trova solo nei latticini bensì quasi dapertutto: in molti dolci e biscotti, nel prosciutto, in molti altri insaccati, in alcuni tipi di pane in cassetta, nel cioccolato anche fondente, nei cibi precotti, ecc...)
  • rischiare una condizione di carenza di preziosi macronutrienti e micronutrienti, particolarmente importanti in alcune fasi della vita
  • non risolvere il problema
  • perdere tempo

Una diagnosi corretta di allergia o intolleranza alimentare può essere formulata solamente in seguito ad approfondita anamnesi alimentare e adeguate analisi di laboratorio.

Per la legge italiana SOLO un medico chirurgo può fare diagnosi!


Celiachia - Intolleranza al Lattosio

Celiachia

La celiachia è una malattia intestinale causata da un'intolleranza permanente al glutine, una sostanza proteica presente in molti cereali, che causa atrofia parziale o totale dei villi intestinali, diminuendo l'assorbimento dei nutrienti necessari.

L'incidenza in Italia della celiachia è di 1 soggetto ogni 100-150 persone.

La dieta per celiaci priva di glutine è l'unica terapia esistente che garantisce al celiaco un perfetto stato di salute e riduce il rischio di complicanze e mortalità.

Esistono persone sensibili al glutine che non sono vere propri celiaci, ma che trovano comunque giovamento dalla stessa dieta o terapia alimentare.

L’approccio di NUTRIZIONE PREVENZIONE nei confronti delle persone che soffrono di celiachia è “partiamo da tutto quello che possiamo mangiare...”


Intolleranza al Lattosio

L’intolleranza al lattosio interessa circa il 30% degli italiani.

Riconosce varie cause, fra le quali:

  • le forme genetiche
  • il deficit acquisito di lattasi
  • le forme secondarie ad altre patologie

Una corretta diagnosi di intolleranza al lattosio diventa importante sia per risolvere i disturbi digestivi sia per non trascurare qualche altro problema.

Il breath test si effettua in ospedale ed è l'unico metodo riconosciuto efficace nella diagnosi dell'intolleranza al lattosio. Non è invasivo e dura poco.

Diffidate delle “scorciatoie pseudo-diagnostiche” che si trovano in ambienti commerciali e diffidate dai personaggi “guru” che riconoscono le intolleranze alimentari nei modi più disparati.

Perdereste soldi, salute e fiducia nei medici competenti.

Dieta Vegana e Dieta Vegetariana


Le culture vegetariane e vegane sono in continuo aumento.

Sono sistemi di alimentazione che escludono l’uso di alimenti animali e, nelle forme più radicali, anche di derivati animali (latte, formaggi, uova, miele).

I presupposti posso essere etici, ambientali, salutistici o religiosi.

Vanno intesi come veri e propri stili di vita, al di là di un semplice regime alimentare.

La Società Italiana di Nutrizione Umana si è favorevolmente espressa rispetto alla dieta vegetariana, offrendo precise indicazioni per mantenere l’equilibrio nutrizionale e lo stato di salute.

Anche il Ministero della Salute ha ribadito che la dieta vegetariana, eseguita correttamente e con equilibrio, è adeguata ai fabbisogni degli adulti, e anche dei più giovani purché seguiti da specialisti.

Studi prospettici sugli adulti vegetariani, comparati con quelli non vegetariani, dimostrano inoltre che in chi segue una dieta vegetariana:

  • sono minori i tassi di obesità
  • minore è il rischio di malattie cardiovascolari
  • minore è la mortalità complessiva

La dieta vegetariana, inoltre, abbasserebbe significativamente la pressione sanguigna.

Uno studio dell'Università di Firenze, dove ha approfondito gli studi anche il Direttore Sanitario di NUTRIZIONE PREVENZIONE Dr.ssa Ventura, alla Facoltà di Medicina, Scienze dell'Alimentazione Umana, ha dimostrato che i vegetariani e i vegani, confrontati con gli onnivori, beneficiano di:

  • -25% incidenza di cardiopatia ischemica
  • -30% livello di colesterolo totale nel sangue
  • -21% livello di colesterolo LDL nel sangue
  • -14% livello di trigliceridi nel sangue
  • -5% livello di glicemia
  • -8% incidenza di cancro

Da un’altro studio (metanalisi) risulta inoltre che i latto-ovo-vegetariani beneficiano di:

  • -8% di mortalità per cancro
  • -7% di mortalità per cardiopatia ischemica

Quando non si consumano carne, uova e pesce, la varietà dell’alimentazione assume un aspetto fondamentale perché bisogna fare attenzione ad assumere altrove tutti i nutrienti necessari al benessere e all’equilibrio del nostro organismo.

Seguire una dieta vegetariana o una dieta vegana, completa e bilanciata, richiede particolari competenze ed attenzioni: quasi sempre le diete vegetariane “fai da te” sono sbilanciate dal punto di vista nutrizionale.

Nutrizione Nell’Età Dello Sviluppo


A NUTRIZIONE PREVENZIONE siamo fermamente convinti che mangiare bene sia una cosa che si impara da piccoli, prima di imparare a camminare.

Purtroppo l’Italia è uno dei paesi europei con la più alta percentuale di bambini in sovrappeso e di bambini obesi: il 20,9% dei bambini italiani è in sovrappeso mentre il 9,8% è la quota di bambini obesi (dati 2004).

L’alimentazione è un’abitudine: perché non iniziare con il verso giusto?

Un bambino obeso ha più probabilità di:

  • diventare un adulto obeso e quindi con maggior rischio di sviluppare patologie cardio-vascolari, endocrino-metaboliche e tumorali
  • sviluppare arti inferiori deformati (varismo di ginocchio)
  • sviluppare complicanze alla colonna verticale
  • vivere forti disagi emotivi

Educare un bimbo verso una corretta alimentazione è semplice e da risultati a lungo termine più duraturi.

Quasi SEMPRE un bimbo è sovrappeso oppure obeso perché mangia troppo (e male) rispetto alle calorie che brucia. Quasi MAI lo è per malattie vere e proprie (genetiche o metaboliche).

I bambini si trovano in una fase particolarmente delicata della vita, in cui è fondamentale lo sviluppo fisico, nervoso e psichico: l’alimentazione non deve mancare di alcuna sostanza nutritiva.

Questo però non significa che offrire qualsiasi cibo al proprio figlio vada bene per il solo fatto che deve crescere!

Fornendo ai nostri figli i “mattoni sbagliati” non li aiutiamo a crescere sani e comunichiamo loro abitudini alimentari scorrette che si porteranno avanti per tutta la loro vita.

Oltre all'eccessiva sedentarietà, i problemi alimentari che maggiormente osserviamo nei bimbi sono:

  • errata ripartizione del cibo durante la giornata
  • abuso di alcuni alimenti a discapito di quelli “sani”
  • abuso di bevande zuccherine
  • prima colazione non adeguata

La crescita dei bambini segue precise curve geometriche definite per età, peso e altezza, e di queste si deve assolutamente tenere conto. Ascoltate il vostro Medico Pediatra!

Sport – Alimentazione e Idratazione


Con un’attività fisica idonea e regolare si ottengono alcuni adattamenti di cuore, muscoli e polmoni.

Si arriva cioè alla condizione di FITNESS: abilità nell’effettuare un’attività fisica con vigore e capacità, senza fatica e con soddisfacente energia.

In quest’ottica l’alimentazione rappresenta il tassello fondamentale della “performance atletica”.

Spesso ci sichiede:

  • quanto costerà un paio di scarpe per correre?
  • quanto costerà una bici da corsa?
  • cosa saremo disposti a fare per raggiungere il nostro obiettivo?

Ma quale valore ha una corretta alimentazione in tutto ciò?

La verità è che siamo ciò che mangiamo, anche nello sport.


Alimentazione Nello Sportivo - Idratazione Nello Sportivo

Alimentazione Nello Sportivo

L’alimentazione nello sportivo andrà calibrata a seconda degli orari e dell’impegno fisico richiesto, in funzione della disciplina sportiva.

E’ anche necessario avere le idee chiare su cosa mangiare prima, durante e dopo una prestazione sportiva, sia essa un semplice allenamento o una vera competizione.

Un buon programma dietetico nello sportivo deve essere personalizzato in base a:

  • obiettivi da raggiungere
  • caratteristiche personali dello sportivo
  • tipologia dell' attività fisica svolta
  • intensità e durata dell' attività fisica svolta
  • tempi di recupero
  • stato metabolico
  • composizione corporea

Idratazione Nello Sportivo

Altrettanto importante è sapere cosa bere e soprattutto come bere: bere male comporta un sovraccarico per il corpo e può influenzare negativamente la prestazione sportiva.

Per quanto riguarda il recupero post prestazionale, mangiare e bere correttamente migliora l’efficienza muscolare a lungo termine.

Sono molti gli atleti “fai da te” che, per rientrare nelle categoria di peso inferiore, si procurano uno stato di disidratazione tale da non riuscire più a recuperare in tempo per la gara, portando al crollo delle performance sportive.


Dottoressa Valentina Ventura


Medico Chirurgo e Dottoressa in Scienze dell'Alimentazione, è punto di riferimento per chi desidera un approccio medico, altamente qualificato.

Per maggiorni informazioni:
www.valentinaventura.it


  • Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Udine
  • Laurea specialistica in Scienze dell'Alimentazione presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Firenze
  • Iscritta all'Albo del Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Pordenone n° 1749
Dottoressa Valentina Ventura - Medico Chirurgo e Nutrizionista

Dott.ssa Valentina Ventura - Medico Chirurgo e Dottoressa in Scienze dell'Alimentazione


Dottor Patrizio Bianchi


Dottore in Alimentazione e Nutrizione Umana.

Già sportivo professionista e preparatore atletico negli sport di forza e resistenza, il Dr. Patrizio Bianchi è un esperto di nutrizione e integrazione nello sportivo.

Promotore di stili di vita e regimi alimentari sani ed equilibrati, collabora con la dott.ssa Valentina Ventura e il Centro Medico NUTRIZIONE PREVENZIONE dal 2018.


  • Laurea Magistrale in Alimentazione e Nutrizione Umana
  • Master Internazionale in Nutrizione e Dietetica Apllicata
  • Iscritto all' Albo dei Biologi Nutrizionisti n° AA_065795
Dottor Patrizio Bianchi - Biologo Nutrizionista

Dr. Patrizio Bianchi - Dottore in Alimentazione e Nutrizione Umana


Elvira Tot


Infermiera esperta nel contesto extraospedaliero d'emergenza e d'urgenza, collabora con noi dal 2018.


  • Titolo di studi specialistici in Medicina Infermieristica
  • Attestato di Iscrizione all'Albo deglio Infermieri
Elvira Tot - Infermiera Professionale

Elvira Tot - Infermiera Professionale


Fulvio Mazzoli


Infermiere esperto nel contesto extraospedaliero d'emergenza e d'urgenza, collabora con il centro medico dal 2018.


  • iscritto all' Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pordenone in data 7.12.1991 n.1167
Fulvio Mazzoli - Infermiere Professionale

Fulvio Mazzoli - Infermiere Professionale