Criolipolisi Medica
- 10°c

Centro Medico
Nutrizione Prevenzione

La criolipolisi medica è un trattamento non invasivo di rimodellamento corporeo indicato per la risoluzione degli accumuli adiposi.

Attraverso il raffreddamento delle cellule del tessuto adiposo (adipociti) fino alla temperatura di -10°C è possibile ridurre definitivamente l’eccesso di grasso senza ricorrere all’intervento chirurgico.

La Crioliplisi Medica può essere eseguita solamente da un medico; la criolipolisi estetica, invece, opera a temperature prossime allo zero celsius ma risulta essere decisamente meno efficace.

L’innovativa tecnologia di cui dispone il Centro Medico NUTRIZIONE PREVEZIONE di Pordenone prevede l’utilizzo contemporaneo di campi magnetici e correnti di superficie, per massimizzare il risultato estetico e mantere un’ottima irrorazione sanguigna della cute durante il trattamento (Cryoliposculpt ® ).

Sicuro e Indolore

Numerosi studi scientifici svolti da prestigiose Università nord americane hanno dimostrato l’efficaca del trattamento di criolipolisi medica nel ridurre il grasso sottocutaneo senza arrecare danni alla pelle o ai vasi sanguigni.

Quando è Indicato

Esistono zone dove le adiposità localizzate sono più difficili da eliminare, anche in presenza di un regime alimentare corretto e una moderata attività sportiva.

In questi casi gli sforzi sembrano vani e ci si sente sconfortati.

Ecco che in questi casi ci viene in aiuto la Criolipolisi medica, che permette di intaccare il grasso corporeo resistente agli altri metodi non invasivi.

Si possono trattare le adiposità localizzate su addome, fianchi, cosce, braccia, glutei e sottomento.

Oltre la Criolipolisi medica trova applicazione solamente la liposuzione chirurgica.

In Cosa Consiste

Innanzitutto il paziente deve essere preventivamente visitato da un Medico affinchè venga verificata l’applicabilità della tecnica di Criolipolisi e per l’impostazione dei parametri tecnici del caso.

Viene quindi applicata nella zona interessata dall’accumulo adiposo una speciale membrana inumidita che ha la funzione di proteggere il tessuto durante il trattamento e garantire una perfetta adesione alla cute dei manipoli aspiranti. I due manipoli cavi collegati al macchinario risucchiano quindi il tessuto adiposo da trattare. All’interno dei manipoli sono presenti due piastre metalliche in grado di abbassare drasticamente la temperautra del tessuto adiposo fino a -10 °C. Questa operazione porta al congelamento degli adipociti, inducendo un processo metabolico chiamato APOPTOSI. Impulsi magnetici e scariche elettriche superficiali, impercettibili per l’anestesia indotta dal freddo, garantiscono una profonda biostimolazione locale e l’ottimale circolazione sanguigna.

Risultati

I primi risultati iniziano generalmente a notarsi dopo 15-20 giorni dal trattamento perchè gli adipociti in apoptosi emettono segnali che richiamano i macrofagi in modo progressivo nel tempo.

L’attività di metabolizzazione degli adipociti in apoptosi, attraverso il sistema linfatico per opera dei macrofagi, procede nelle successive 6-8 settimane.

I risultati raggiungono il loro apice estetico a distanza di circa due mesi.

In genere, una o due sedute di criolipolisi medica sono sufficienti per ottenere risultati soddisfacenti e definitivi.

Controindicazioni

Al termine del trattamento la zona presenta una leggera ipersensibilità e un leggero rossore che scompaiono in pochi minuti.

Il paziente può riprendere le sue normali attività quotidiane entro 10-15 minuti dal termine della seduta di Criolipolisi.

Raccomandazioni

La riduzione della adiposità localizzate mediante criolipolisi medica, per mantenere e massimizzare i risultati conseguiti, andrebbe sempre associata al rispetto di uno stile di vita bilanciato, composto da una sana alimentazione, un’adeguata attività motoria e una condizione di stress psicologico contenuto.


Bibliografia

  1. James William D., Berger Timothy G., et al. (2006). Andrews’ Diseases of the Skin: clinical Dermatology.
  2. Rapini Ronald P., Bolognia Jean L., Jorizzo Joseph L. (2007). Dermatology: 2-Volume Set. St. Louis: Mosby.
  3. Manstein D, Laubach H, Watanabe K, Farinelli W, Zurakowski D, Anderson RR. (2008). Selective cryolysis: a novel method of non-invasive fat removal. Lasers Surg Med. 2008 Nov; 40(9): 595-604. 40 (9): 595-604.
  4. Avram MM, Harry RS (2009). Cryolipolysis for subcutaneous fat layer reduction. Lasers Surg Med. 2009 Dec; 41(10): 703-8. 41 (10): 703-8.
  5. Zelickson B, Egbert BM, Preciado J, Allison J, Springer K, Rhoades RW, Manstein D. (2009). Cryolipolysis for noninvasive fat cell destruction: initial results from a pig model. Dermatol Surg. 2009 Oct; 35(10): 1462-70. 35 (10): 1462-70.
  6. Coleman SR, Sachdeva K, Egbert BM, Preciado J, Allison J. (2009). Clinical Eicacy of Noninvasive Cryolipolysis and Its Efects on Peripheral Nerves. Aesthetic Plast Surg. 2009 Mar 19 33 (4): 482-8.
  7. Nelson AA, Wasserman D, Avram MM. (2009). Cryolipolysis for reduction of excess adipose tissue. Semin Cutan Med Surg. 2009 Dec; 28(4): 244-9. 28 (4): 244-9.
  8. Mulholland RS, Paul MD, Chalfoun C. Noninvasive Body Contouring with Radiofrequency, Ultrasound, Cryolipolysis, and Low-Level Laser Therapy. Clin Plast Surg. 2011 Jul; 38(3): 503-20.
  9. Jewell ML, Solish NJ. Noninvasive Body Sculpting Technologies with an Emphasis on High-Intensity Focused Ultrasound. Desilets CS.Aesthetic Plast Surg. 2011 Apr 1.
  10. Klein KB, Zelickson B, Riopelle JG, Okamoto E. Non-invasive cryolipolysis for subcutaneous fat reduction does not afect serum lipid levels or liver function tests.